Vito Bortone

Figlio artistico di Maria Teresa Dal Medico e Renato Greco, interpreta i ruoli principali delle loro opere coreografiche. Oggi professionista di grande valore, collabora con le più importanti compagnie di danza italiane. Dal 2006 è scritturato al Teatro Massimo di Palermo.
Scrivono di lui le firme più autorevoli, nazionali ed internazionali del mondo della Danza:
Pariset Paola (Il Tempo – Il Giornale d’Italia) … puro il disegno dei corpi, culminato nell’esecuzione elegante e stilizzata di Vito Bortone … 
Maria Cristina Buttà (Italia Sera),
Stoccarda, Tour internazionale 2000 Balletto di Napoli (…Vito Bortone in atemberaubend artistische Drehungen und Wirbel hinein.) …Vito Bortone in un crescendo vorticoso di volteggi artistici mozzafiato. Faith danzato come un rito al sole. Forte è il contrasto tra due danze una spigolosa l’altra fluida, come se con queste fosse mostrato il mondo nei suoi estremi, i suoi contrari i suoi contrasti.
Alberto Testa (La Repubblica – Tutto Danza) … determinante il contributo di una schiera di ballerini molto preparati, tra i quali emerge Vito Bortone … 
Nel 2008 Riceve una menzione alla XXXVII Edizione del Premio Positano Léonida Massine per l’Arte della Danza con la sua coreografia LASCIA CHE IO PIANGA sulle musiche di Haendel danzata da Jasmine Cammarota (vincitrice del Concorso Internazionale di Spoleto edizione 2008 con la stessa coreografia)

I suoi lavori coreografici:
2012 ALMA FLAMENCA – 2011 BE ITALIAN di e con Donatella Pandimiglio – 2010 NOTTE MEDITERRANEA – 2009 ODE ALLA VITA – 2008 LASCIA CHE IO PIANGA